forlanini lifestyle

BORGO CAVRIANO

Alla scoperta di storia
e cultura del borgo


Organizzazione: mda Milano 
FCL @mdaProject

BORGO CAVRIANO

Borgo Monlue

Appuntamento con la storia nel borgo Monluè, patrimonio archeologico e religioso di grande importanza.

Le prime tracce attestate di un insediamento agricolo in nell'area di Cavriano risalgono al 1014, e si fa più consistente nel secolo successivo, con la fuoriuscita di molti milanesi dalla città dopo l'arrivo del Barbarossa, che trovarono rifugio qui, all'Ortica e nella vicina Lambrate.
Fra il XVI e il XVII secolo la peste raggiunge anche il piccolo borgo, e Carlo Borromeo dispone la costruzione in loco di capanne per ospitare coloro che erano in esubero nel Lazzaretto.
Raggiunto forse l'apice della prosperità nel corso della prima metà del Settecento il borgo, cui le riforme dell'imperatrice Maria Teresa tolsero il rango di comune annettendolo a Lambrate nel 1757 iniziò un lento inesorabile declino, che proseguì per tutto il secolo successivo, quando la Ferrovia Ferdinandea, così chiamata in onore dell'Imperatore d'Austria Ferdinando I° la separò fisicamente dall'Ortica, dando inizio ad un lungo periodo d'isolamento che, in parte, continua tuttora.
L'antico borgo sopravvive oggi negli appezzamenti agricoli e nelle due cascine che si affacciano lungo la via Cavriana, una stradina di campagna stretta e irregolare che da viale Forlanini termina in via Tucidide, sotto al cavalcavia Buccari. Il tratto iniziale della via Cavriana, venendo da viale Forlanini, appare come un qualcosa di radicalmente diverso rispetto alle forme di quella strada di campagna che assume poco più avanti.
La via è infatti chiusa da entrambi i lati da palazzine residenziali (sulla sinistra) e da imponenti complessi di uffici (sulla destra). Comincia ad assumere una forma più agreste poco prima dell'imbocco della via Gatto (che riporta in viale Forlanini), dove palazzine e uffici sono sostituite da piccoli capannoni e aree dismesse, circondate da lamiere.
In una di queste si trova anche il deposito comunale in cui viene custodito il pavé, utilizzato dagli zingari come rifugio. L'area è infatti caratterizzata dalla forte presenza di accampamenti abusivi, abitati sia da zingari che da stranieri senzatetto.

PUNTO RITROVO:  via Cavriana Milano
DURATA: 60 minuti
PERCORSO: A piedi nel borgo fra Cascina S. Ambrogio e cascina Caviana. 

INFORMAZIONI: eventi@forlaninicircuitlife.org

FCL infoPoint

FOR YOUR ACCOMODATION

Residence Futura
Novotel Linate Airport